La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

LE TESI DI NUOVA DIREZIONE

Per il socialismo del XXI secolo

Contro la mondializzazione

L’esposizione senza protezioni all’uso capitalistico della rivoluzione tecnologica e alla globalizzazione finanziaria sono fondamentali fattori distruttivi nel mondo contemporaneo

Contro il progetto imperiale europeo

Il processo di unificazione europea rappresenta il tentativo del grande capitale europeo, e dei suoi ceti di riferimento, di costruire un nuovo centro imperiale

Contro la guerra tra poveri

Il paese può tornare a garantire il riconoscimento sociale a ciascuno, valorizzando i propri talenti, contrastando la disgregazione

Contro le sinistre liberali

La mutazione delle sinistre in difensori dell’ineluttabilità del capitalismo e della sua mondializzazione si è vestita di modernismo e progressismo

Per la democrazia reale

La sfida principale del nostro tempo è quella alla democrazia reale, che non è minacciata dai movimenti populisti, ma dalla reazione ad essi da parte delle élite in tutto il mondo occidentale

Per una nuova coalizione sociale

Serve una larga coalizione sociale, che attraversi il paese da Nord a Sud, rispondendo alle diverse esigenze delle sue aree culturali ed economiche

Per un'economia umana

La piena occupazione garantita dev’essere un obiettivo guida, per rovesciare i rapporti di potere contrattuale

Per il perseguimento dell’interesse nazionale in un’ottica multipolare

Puntare su di uno sviluppo del mercato interno mostra il sovrapporsi di interesse nazionale e interesse di classe

Per un socialismo plurale nel XXI secolo

I socialismi del XXI secolo non dovrebbero essere progressisti più di quanto non siano conservatori

Che fare?

Come diffondere oggi in Italia un autentico progetto socialista?

I nodi storici d’Italia: classi, Stato, sovranità

Nei momenti di crisi e difficoltà emergono le caratteristiche di fondo di un paese

Le letture consigliate da Nuova Direzione